Sigma 150mm f/2.8 HSM DG Macro

Nonostante l’apertura a f/2.8, il Sigma 150mm resta una lente abbastanza compatta con una dimensione di soli 80x137mm ed un peso ancora moderato di 895g.
L’obiettivo viene fornito con il paraluce, un robusto collare per treppiedi ed un’ampia e morbida custodia.
La qualità costruttiva è davvero buona anche se presenta delle imperfezioni. Infatti usa una verniciatura opaca in stile “Sigma EX” che non è proprio il massimo della qualità; è facilmente soggetta a graffi e rigature ed inoltre non è molto resistente all’acqua (ho visto molti obiettivi con la verniciatura tutta rovinata). Altro grande neo di questa lente, forse il più grande, è la mancanza di tropicalizzazione.
A parte queste due pecche il Sigma 150mm è una lente molto robusta.

Caratteristiche Sigma 150mm

La minima distanza di messa a fuoco è di 38cm con un rapporto di riproduzione di 1:1.
La lente è compatibile con i due Teleconverter Sigma 1.4x e 2x così che può diventare un 210mm f/4 o un 300mm f/5,6 con un RR rispettivamente di 1,4:1 e 2:1. Non ho mai avuto il piacere di provarlo con il TC 2x ma vi garantisco che usandolo con il TC 1,4 sono rimasto sorpreso dai risultati ottenuti. A tutta apertura diventa un po’ soffice ma con diaframmi compresi tra f/8 e f/16 è davvero ottimo.

Nelle due foto riportate sotto potete notare la fantastica resa con il TC 1,4x. Le due foto sono dei crop al 100% senza postproduzione scattate con e senza TC entrambe a f/11.

Foto con TC
Foto senza TC

Autofocus

Selettore AutofocusCome tutte le lenti macro l’AF non è velocissimo anche se utilizza un motore HSM (Hypersonic Motor), questo perché il punto di messa a fuoco viene cercato tra un’ampia gamma di distanze. Per cercare di rendere più veloce l’AF, Sigma ha fornito un limitatore di messa a fuoco che consente di selezionare il range di messa a fuoco tra: full-range, 0.5m-infinito e 0.38m-0.52m. Tutto questo ha senso perché il range di messa a fuoco tra 0.38m-0.52m è lungo quasi come quello tra 0.52m-infinito.
Comunque l’AF lento non è assolutamente un problema visto che questo non è un obiettivo per fotografie sportive; in macrofotografia si usa sempre la MAF manuale.
C’è da dire inoltre che grazie al Full Time Manual Focus è possibile passare da AF a MF in qualsiasi momento senza crare nessun danno alla lente.

Qualità d’immagine

Il Sigma 150mm è una lente davvero molto nitida, anche a f/2.8 fornisce immagini con poca differenza tra il centro e gli angoli anche se è un pò morbido. Il massimo della qualità si raggiunge con diaframmi compresi tra f/5.6 e f/16 per poi diminuire fino a diventare inutilizzabile a f/22 a causa della diffrazione. Di seguito sono riportati dei crop al 100% presi dal RAW senza PP.

f/3,5
f/8
f/11
f/16
f/20

Come per tutte le lenti macro anche per il Sigma 150mm le aberrazioni cromatiche sono praticamente inesistenti, ho fatto diverse prove senza mai riuscire a notare disturbi, stesso discorso per la distorsione ottica che è praticamente impercettibile.

Il discorso cambia invece per quanto riguarda la vignettatura che, se pur molto bassa, a f/2.8 con il fuoco all’infinito il problema può essere visibile ma è vero anche che situazioni del genere capitano in casi molto molto rari e sicuramente non in macrofotografia. A f/4 la vignettatura è appena percettibile e da f/5.6 in poi non c’è più vignettatura. Il test è stato effetuato utilizzando una Flat Box autocostruita che uso per l’astrofotografia. Ho scattato tre foto con la MAF all’infinito utilizzando tre diaframmi diversi. Per meglio giudicare l’effetto della vignettatura, in ogni immagine, ho aggiunto un bordino che rappresenta il tono presente al centro del fotogramma.

Vignettatura 2
Vignettatura 3

Il bokeh è molto liscio con punti fuori fuoco molto piacevoli grazie all’ottima gestione dell’aberrazione sferica e alla geometria del diaframma a 9 lamella.
Per quanto riguarda il flare non ho mai fatto delle vere prove ma posso dire che uso questa lente dal 2007 e non ho mai avuto nessun problema, è vero che fotografo sempre al mattino presto quindi con una luce diffusa ma, quelle poche volte che ho provato a fare qualche controluce, non ho mai riscontrato problemi.

Conclusioni

Il Sigma 150mm é senza dubbio un ottimo obiettivo con una resa eccellente, peccato che il prezzo in quest’ultimi anni è aumentato parecchio passando da poco più di 600€ del 2007 ai 900€ nel 2013. Quando l’acquistai era senz’altro il miglior obiettivo disponibile sul mercato tenendo conto del rapporto qualità/prezzo ma, ad oggi,  il Tamron 180mm f/3.5 Di LD IF con i suoi 679€ è senz’altro l’obiettivo macro che mi sentirei di consigliare ad ogni macrofotografo, ha un rapporto qualità/prezzo senza eguali e una resa praticamente identica al rinomato Canon 180mm f/3.5 L USM che costa però 1299€.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tutte le immagini presenti in questo sito sono di proprietà di Massimiliano Maura e coperte da Copyright. Nessuna immagine può essere quindi riprodotta, utilizzata o stampata senza l’autorizzazione espressa dell’autore. L’autorizzazione va chiesta per iscritto via posta elettronica e si ritiene accettata soltanto con un preciso assenso del proprietario, sempre per iscritto. Naturalmente il silenzio non dà luogo ad alcuna autorizzazione. Ogni utilizzo non autorizzato è proibito dalla Legge Italiana e Internazionale sul diritto d’autore, e come tale verrà perseguito. © Copyright - Massimiliano Maura